23apr2021

Le Statistiche del Web di un Hotel

Analytics: quali sono i dati importanti per il sito di un Hotel?

G-analytics

Non è un mistero che la scorsa stagione turistica siano aumentate le prenotazioni dirette: un'occasione d'oro per incrementare le vendite del nostro sito

Cerchiamo allora di capire quali sono gli indicatori di performance da considerare nel valutare il sito web di un Hotel utilizzando Google Analytics.

 

Pubblico

Google Analytics fornisce molti dati sul pubblico che naviga il nostro il sito: luogo di provenienza, fascia di età, dispositivo utilizzato ed altro ancora. Credetemi: investire del tempo ad analizzare questi dati potrebbe aiutarci ad orientare in maniera corretta le nostre strategie commerciali. Un esempio pratico. Se analizziamo i dati analytics degli hotel nostri partner confrontandoli con il periodo pre-pandemico noteremo, oltre alla ovvia diversità di provenienza geografica, un significativo cambiamento delle fasce di età dei nostri visitatori. Un dato da poco?

 

Rapporto di conversione (ovviamente)

Siamo pratici: se il nostro Hotel ha un sito che macina prenotazioni dirette, fossi un albergatore, non mi porrei più di tanto il problema. Ma se al contrario il sito risulta relegato allo status di cadavere web ne farei, soprattutto ora, una questione prioritaria.
Ovviamente non è detto che la mancata conversione dipenda esclusivamente dal sito web: pensate ad un ottimo sito con una strategia di vendita completamente errata. 

 

Quantità e Provenienza del Traffico

Un sito web può essere bellissimo e performante ma senza traffico rimane sempre un sito morto:  dovrebbe essere più o meno al pari di una vetrina del negozio e, un negozio con belle vetrine ma pochi clienti, è destinato a chiudere.

Google, per misurare la quantità del traffico, ci fornisce il numero di Utenti ed il numero di Sessioni che, in un determinato intervallo temporale, hanno interessato il nostro sito. Per la provenienza del traffico il discorso si fa più articolato: bisogna e analizzare i tipi di traffico.

Organico: proviene in sostanza da ricerche effettuate spontaneamente da un utente. Immaginiamo il nostro potenziale ospite digitare le parole "Hotel a Roma", visualizzare tutti i link tra i risultati e poi cliccare sul nostro sito. A quale posizione saremo visibili è tutt'altro (e complicato) discorso.
I vantaggi del traffico organico sono innegabili: è gratuito ed è qualificato in quanto gli utenti hanno individuato, con molta probabilità, quello che stavano cercando.

Traffico a Pagamento: è quello generato, ad esempio, dalle campagne di Advertising. Ci sono tantissimi tipi di annunci pubblicitari a pagamento e possono essere finalizzati ad acquisire clienti magari anche solo, ad esempio, tramite operazioni di Brand Protection. A questo proposito mi sento di dare un piccolo consiglio: se decidete di investire in Advertising rivolgetevi a qualche professionista per evitare di spendere inutilmente danaro

Traffico Diretto: è quello di un visitatore che ha scritto nella barra degli indirizzi del browser esattamente il nostro indirizzo. Questo accade, ad esempio, per le aziende che lavorano molto sulla Brand Awareness o anche semplicemente perché si tratta di utenti che hanno già visitato il nostro sito diverse volte e ne ricordano l'indirizzo. In ogni caso il Traffico Diretto è sempre un'ottimo risultato (anche perché è gratuito).

Traffico Mail: è il traffico che proviene da campagne di mail marketing. Oggi quasi tutti gli Hotel dispongono di un CRM ma spesso trascurano che questo strumento andrebbe utilizzato anche per generare questo tipo di traffico e non solo per finalizzare preventivi. Se può interessare approfondire l'argomento CMR per un Hotel, ti invito a leggere questo articolo.

Traffico Social: è il traffico costituito da utenti che arrivano sul sito tramite i social networks. Se oggi è quasi impensabile per un Hotel non essere presente sui social, è vero anche che raramente ho visto percentuali importanti di questo traffico. Si tratta tuttavia di canali capaci di generare traffico e convogliarlo sul sito in maniera gratuita, quindi assolutamente utili.

 

Comportamento

Superato lo scoglio di avere un numero adeguato di visitatori, ora dobbiamo studiarne il comportamento. Avere tantissime visite di pochi secondi è un chiaro indicatore negativo: introduciamo allora il concetto di coinvolgimento
Quante pagine visitano i nostri utenti? Quali sono le pagine di abbandono (dove in sostanza l'utente termina la sessione di navigazione)? Ma anche per quanto tempo navigano su una pagina o all'interno sito?
Piuttosto che navigare oggi gli utenti surfano la rete velocemente ed in pochissimi secondi decidono se il nostro contenuto è meritevole di navigazione
Nel nostro caso specifico parliamo di Hotel e non possiamo fare a meno di ricordare l'importanza della fotografia nel processo di valutazione di un potenziale ospite che non è mai stato da noi: nella maggioranza dei casi sarà una foto ad orientare la sua scelta. Se ti interessa approfondire l'argomento della fotografia per Hotel, ti consiglio di leggere questo articolo. E poi ci sono i contenuti: anche in questo caso il mio consiglio è sempre quello di rivolgersi a professionisti del Copywriting. Ad ogni modo, nel caso vogliate studiare il comportamento degli utenti sul vostro sito, esistono anche dei tool come, ad esempio, Hotjar.

 

Velocità

A tutti è capitato di abbandonare un sito perché lento: le esperienze di navigazione frustranti sono mal tollerate dagli utenti.
Spesso poco considerata, la velocità del nostro sito è uno dei fattori determinanti del suo successo: la velocità di caricamento delle pagine ed il numero di abbandoni sono infatti inversamente proporzionali. Analytics ci aiuta a capire se il problema di lentezza è generalizzato o magari da individuare in alcune specifiche pagine. Non è questa la sede questa per approfondire tutte le cause della lentezza di caricamento anche perché spesso il fenomeno è dovuto a più concause. Se però ti interessa qualche dettaglio tecnico in più, ti invito a leggere questo articolo, dove viene esaminata una delle possibili cause di performance basse: il codice del sito.

 

Conclusioni

Quando si parla di analisi dei dati, il discorso è sempre molto ampio.

Avere a disposizione i dati di Analytics è solo un punto di partenza: bisogna farne una scrematura e coglierne le chiavi di lettura.
L'aspetto positivo di questo tipo di analisi risiede nella facile verificabilità delle performance di cui abbiamo parlato: informazioni che devono orientarci sempre più a investire continuamente ed in maniera adeguata sul sito web del nostro Hotel.

Se sei interessato ad approfondire l'argomento o scambiare punti di vista contattaci: ne saremo come sempre felici.

 

Questo articolo e' stato letto 206 volte


  • CONDIVIDI SU
1 commento/i riguardo a
Le Statistiche del Web di un Hotel
  • GIANGIACOMOCESARINI

    mer 28 apr 2021 alle 07:10:02

    Grazie Sig. Dacunto,
    Sempre chiaro ed efficace.
    Saluti
    Giangiacomo


    rispondi al commento di GIANGIACOMO
    l'indirizzo email non verrà pubblicato

    COMMENTO
    NOME
    COGNOME
    EMAIL


lascia un commento
l'indirizzo email non verrà pubblicato

COMMENTO
NOME
COGNOME
EMAIL